Tu sei qui

Visita a Iglesias e all’IPIA Ferraris di alunni della scuola alberghiera francese di Amiens, dal 7 al 14 novembre p.v, nell’ambito del progetto Erasmus KA2, dal titolo: Voyage sensoriel du jardin de nos régions jusqu’à nos assiettes.

Ritratto di A.Faedda

 

La seconda annualità del progetto di scambio di buone pratiche Erasmus + KA2, finanziato dall’Unione Europea, dal titolo: Voyage sensoriel du jardin de nos régions jusqu’à nos assiettes (Viaggio sensoriale dal giardino delle nostre regioni fino ai nostri piatti) inizia con l’arrivo della scuola francese dell’alberghiero di Amiens, dal 7 al 14 novembre, nella città di Iglesias.

Lo scorso anno scolastico, gli alunni di Amiens ci avevano fatto visita in occasione del Girotonno, a cui avevano partecipato con il loro Chef-professore Cyril Schambert, insieme agli alunni dell’alberghiero Ferraris. Per la prima volta dall’inizio del Girotonno una scuola si era iscritta a gareggiare.

Dopo questa bellissima esperienza rimasta nel cuore di tutti i partecipanti, insieme al ricordo della Sardegna e dell’accoglienza ricevuta dagli alunni, dal Dirigente Scolastico Prof. Massimo Mocci, dai docenti e da tutto il personale dell’alberghiero Ferraris, anche questo soggiorno con altri alunni della Hotoie è destinato a restare nella memoria delle due scuole.

Infatti come programmato nel progetto, dopo l’arrivo a Iglesias, gli alunni amienois e sardi, si recheranno insieme per 3 giorni (dall’ 8 al 10), a visitare la Blue Zone in Ogliastra, accompagnati da alcuni docenti delle 2 scuole (Prof Cyril Schambert, che insieme alla prof.ssa Carmen Marongiu sono i referenti responsabili del progetto, prof.ssa Paola Cacciarru, prof. Gianluca Defraia, prof Maurizio Sciabica, prof.ssa Lucia Vallifuoco, prof.ssa Fabienne Taillard, prof.ssa Eve Marchand e prof. François Pujol).

In Ogliastra, i rappresentanti sopra citati delle 2 scuole alberghiere, incontreranno i ricercatori e gli esperti dell’Osservatorio della comunità longeva (in particolare il Prof. Gianni Pes, prof. Aggregato di Scienza della nutrizione all’Università di Sassari, che fu il primo a segnalare nel 1999 che la popolazione della zona montuosa della Sardegna, successivamente denominata “Zona Blu”, presenta un indice di longevità tra i più elevati al mondo).

L’itinerario di questo soggiorno ogliastrino prevede tappe a Loceri (vigneti), Arzana (panificio e pastificio), Ilbono (oleoificio e frantoio) e altopiano del Golgo (ovile).

Ad Arzana gli alunni intervisteranno gli anziani e parteciperanno a una cena-conferenza in cui verranno descritti e preparati i piatti che fanno l’oggetto del menù stagionale del “centenario”.

Al ritorno da questo viaggio, dopo la visita domenicale alla città di Cagliari, gli alunni francesi verranno accolti nella sede dell’IPIA lunedì 12 e martedì 13 dove lavoreranno insieme alla stesura definitiva dei materiali raccolti nella Blu Zone, che saranno l’oggetto di pubblicazione nella piattaforma Erasmus e e Twinning, per disseminare il frutto delle loro produzioni e renderne partecipi altre scuole, docenti e alunni.

Lunedì 12, nel pomeriggio si visiteranno le grotte di San Giovanni con guida messa a disposizione dall’Associazione Speleoclub di Domusnovas.

Il 14 gli alunni della scuola la Hotoie faranno il viaggio di rientro in Francia e a scuola si confronteranno sulle esperienze vissute in Sardegna con altri compagni e docenti e faranno interviste agli anziani del loro territorio per studiarne menù, stato di salute e stile di vita in un’ottica di formazione professionalizzante che unisce il cibo di qualità della tradizione locale con una vita sana.

Altrettanto faranno gli alunni dell’alberghiero Ferraris.

Dal 13 al 20 marzo 2019 saranno gli alunni del nostro territorio, a confrontarsi con gli studenti francesi in un concorso sul cioccolato, che si svolge ogni anno ad Amiens.

In quell’occasione anche un alunno di sala sarà chiamato a organizzare la mise en place avente per oggetto il cioccolato.

Queste esperienze sono come un sassolino gettato in mare, che rimbalza sempre più lontano!

Sito realizzato da Pietro Cappai nell'ambito del progetto "Un CMS per la scuola" di Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.